http://scuolemestieridarte.it/wp-content/uploads/2013/08/IMG_0820.jpg

Guardare al passato per vincere la sfida con il futuro

Politecnico Calzaturiero

La calzatura ha origini antichissime e, fin dalla sua comparsa, ha sempre fornito una rappresentazione fedele dei mutamenti culturali e sociali.
Delle grandi civiltà del passato, quella che, in modo particolare, sviluppò l’arte di progettare e realizzare le calzature fu quella greca, che ha il merito di aver inventato i principali modelli di scarpe e di sandali.

In Italia, la Repubblica veneziana, sempre molto attenta a difendere i propri interessi e la professionalità dei propri artigiani, favorì sin dal 1260 la nascita di un capitolare che organizzava l’arte della calzatura e, successivamente, la fondazione della Scuola dei Calegheri. Il marchio della Confraternita è, ancora oggi, il simbolo identificativo delle aziende del territorio.
Nella Riviera del Brenta l’attività calzaturiera ha avuto il suo pieno sviluppo alla fine del XIX secolo, quando Giovanni Luigi Voltan, sulla scorta delle esperienze acquisite nelle più importanti industrie calzaturiere degli Stati Uniti, diede vita a Stra al primo complesso calzaturiero industrializzato d’Italia.
Il Calzaturificio Voltan svolse la funzione di una vera e propria scuola, accumulando e trasmettendo, attraverso l’esperienza lavorativa della fabbrica, nuove e moderne conoscenze capaci di dare impulso allo sviluppo locale. Le conoscenze codificate vennero così a mescolarsi alle conoscenze pratico-contestuali socializzate attraverso il rapporto diretto tra maestro e allievo.

Politecnico-Calzaturiero-18

Questo connubio tra sapere tacito e sapere formale trovò la sua istituzionalizzazione con gli sviluppi della Scuola per artigiani ed operai Ottorino Tombolan Fava nata nel settembre 1923 per irrobustire i fermenti di crescita dei primi decenni del Novecento.
Gli anni trenta furono cruciali per l’evoluzione della Scuola soprattutto perché segnarono l’inizio della sua specializzazione nel settore calzaturiero.
La sezione calzolai tagliatori fu subito fiorente a riprova che in quel periodo, soprattutto grazie ai meccanismi di spin-off attivati dal calzaturificio Voltan, il mestiere andava diffondendosi nel territorio attraverso la creazione di piccole industrie e laboratori artigianali.
Nei suoi novanta anni di storia la Scuola ha contribuito in modo determinante allo sviluppo del distretto e alla formazione di tutti gli imprenditori, stilisti, modellisti e tecnici calzaturieri che operano nelle aziende del territorio. Il distretto calzaturiero della Riviera del Brenta è situato a cavallo delle province di Padova e Venezia ed è costituito da 554 aziende, occupa complessivamente 10.162 addetti e produce circa 19 milioni di paia di calzature di alta moda/lusso di cui il 91% viene esportato. Fanno parte integrante del territorio anche i 52 studi di progettazione impegnati a disegnare modelli di calzature per le più importanti aziende del mondo.

Politecnico-Calzaturiero-5

Oggi la Scuola di Design e Tecnica della Calzatura è gestita dal Politecnico Calzaturiero, una società fondata nel 2001 su iniziativa dell’Associazione Calzaturifici Riviera del Brenta e si occupa di formazione, di ricerca e innovazione tecnologica. Offre inoltre alle aziende servizi di prototipazione rapida e di controllo qualità dei materiali.
Le attività formative sono la mission principale del Politecnico Calzaturiero, che realizza orientamento per i giovani, corsi di formazione tecnica per diplomati e laureati e iniziative di formazione continua per quadri e tecnici delle aziende.
Nell’ambito della ricerca, in collaborazione con università, centri di innovazione e produttori di tecnologie, promuove e partecipa a numerose iniziative sia a livello italiano sia internazionale su sistemi, processi, prodotti e materiali innovativi.
I servizi di consulenza comprendono attività standardizzate a catalogo e interventi personalizzati in azienda. I servizi per il controllo della qualità dei materiali e la prototipazione rapida appartengono alla prima categoria, mentre le attività di analisi e consulenza finalizzate alla riorganizzazione dei principali processi vengono realizzate in modo personalizzato.
Gli elementi distintivi della Scuola sono: la collaborazione con le imprese calzaturiere e con gli imprenditori che partecipano numerosi ai gruppi di lavoro stimolando la progettazione di nuove attività formative e di ricerca; la composizione del corpo docenti: imprenditori, stilisti, modellisti, tecnici di aziende della moda che concorrono a un continuo aggiornamento dei programmi didattici; le sinergie con le altre attività svolte dalla struttura che mettono a disposizione degli studenti tecnologie e laboratori unici a livello italiano ed europeo.

Politecnico-Calzaturiero-10

L’offerta formativa è ampia e diversificata e insieme alla tradizionale Scuola di Design e Tecnica della Calzatura, articolata in un percorso triennale finalizzato alla formazione di designer, modellisti e tecnici della calzatura propone una serie di percorsi intensivi di media e breve durata, realizzati per consentire alle aziende di affrontare i cambiamenti strutturali, organizzativi e tecnologici che hanno interessato il settore nell’ultimo decennio.
I percorsi di specializzazione di media durata sono rivolti ai giovani diplomati e laureati che intendono acquisire le competenze per inserirsi nel mondo del lavoro e in particolare nelle aree progettazione, produzione e commerciale del prodotto.
I percorsi di breve durata, invece, sono finalizzati ad aggiornare le competenze degli imprenditori, dei quadri e dei tecnici che operano nel settore.
Il Politecnico Calzaturiero guarda al passato per formalizzare e trasferire ai giovani i saperi artigianali che rendono unico il prodotto calzatura realizzato nella Riviera del Brenta ed è proiettato nel futuro perché insegna a utilizzare le più moderne tecnologie per comunicare, progettare e produrre.

Anno di fondazione: 1923
Presidente: Franco Ballin
Corso di studi: 2 anni + 1 (specializzazione)
Iscritti 2013/2014: 172
Diplomati 2013: 40 al II anno, 7 al III anno
Via Venezia 62, Vigonza – Padova
Tel. (+39) 049 9801111
www.politecnicocalzaturiero.it