http://scuolemestieridarte.it/wp-content/uploads/2013/07/Venaria.jpg

Una Reggia fra tradizione e tecnologia

SAF – Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale

La Scuola di Alta Formazione e Studio di Venaria Reale viene costituita nel luglio del 2005 nell’ambito della Fondazione Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale con sede negli imponenti spazi delle ex Scuderie della Reggia di Venaria a nord di Torino e grazie alla volontà dei soci fondatori: Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Regione Piemonte, Università di Torino, Fondazione per l’Arte della Compagnia di San Paolo, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, Politecnico di Torino, Provincia e Comune di Torino e Comune di Venaria Reale.

La Scuola nasce con l’obiettivo di diventare il terzo polo nazionale per la formazione di eccellenza e specialistica nel campo del restauro e conservazione dei beni culturali, collocandosi a buon diritto accanto alle Scuole dei due prestigiosi istituti del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali: l’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro e l’Opificio delle Pietre Dure. Per questo fin dall’inizio si è operato per creare una struttura adeguata alla realizzazione di un percorso formativo di livello universitario per i restauratori di beni culturali che fosse basato sull’esperienza decennale degli storici corsi di formazione del Ministero. Per garantire un metodo formativo di eccellenza all’interno del Centro vi è la compresenza dei laboratori di restauro e delle aule per la didattica strettamente correlati con il laboratorio di fotografia, di imaging, con i laboratori di chimica, e con l’archivio di documentazione.
La multidisciplinarietà, l’interfunzionalità e il lavoro di gruppo sono i punti principali su cui il Centro, in quanto luogo di ricerca scientifica e di alta formazione specialistica, imposta la propria attività funzionale alla formazione. Il Centro ha sviluppato le sue specificità in diversi ambiti anche in un’ottica di complementarietà con gli istituti già esistenti. Come risposta alle esigenze conservative del patrimonio storico artistico fortemente caratterizzante il territorio del Piemonte, le arti decorative e l’arte contemporanea sono divenuti due ambiti operativi e di sperimentazione specifici.

venaria

Nel campo della diagnostica non distruttiva, il Centro sta sviluppando la propria competenza per l’utilizzo ai più elevati livelli delle tecniche di ripresa di immagini multispettrali, oltre all’applicazione dell’innovativa Reflectance Transformation Imaging, alla realizzazione di rilievi e ricostruzioni 3D, di modelli multimediali di integrazione dei dati diagnostici e di applicazioni interattive. I laboratori scientifici del Centro stanno partecipando a un progetto di ricerca per lo sviluppo delle tecniche della radiografia digitale e della tomografia computerizzata (TC) su opere d’arte, che ha permesso, tra l’altro, di allestire nella sede un tomografo 3D per oggetti di ampie dimensioni. Ricerche e tecnologie innovative che vengono messe costantemente a supporto della ricerca e della didattica interna. Su queste basi il Centro di Venaria ha sottoscritto una convenzione con l’Università degli Studi di Torino per l’attivazione, nell’anno accademico 2006-2007, del primo corso di laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei beni culturali che ha visto nel 2012 i primi laureati in tre settori di specializzazione. Attualmente l’offerta formativa del percorso universitario prevede quattro settori di specializzazione: Manufatti lapidei e derivati, Superfici decorate dell’architettura; Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile, Manufatti scolpiti in legno, Arredi e strutture lignee, Manufatti in materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti; Materiali e manufatti tessili e in pelle; Materiali e manufatti ceramici, vitrei, organici, Materiali e manufatti in metallo e leghe.

venaria3

La collaborazione tra la realtà del Centro e quella dell’Università ha rappresentato la risposta concreta all’esigenza di realizzare percorsi formativi su standard di eccellenza; infatti la competenza dei restauratori di beni culturali è data dal sapere teorico, scientifico e umanistico, e dal sapere pratico, per perseguire quella consapevole abilità manuale che fa del restauratore l’unica figura specializzata che può intervenire direttamente sull’opera d’arte. Il modello impostato sulla stretta interdipendenza tra insegnamenti teorico-metodologici a carattere storico, scientifico e tecnico e attività manuali svolte direttamente sulle opere d’arte è stato ampiamente recepito e accolto in seno al corso di laurea magistrale. Funzionale all’attivazione del corso di laurea, alla fine del 2005 in una realtà ancora in embrione, è stata la realizzazione da parte della SAF del corso “4For – Corso di Formazione dei Formatori”, destinato a soli restauratori, a carattere fortemente innovativo in quanto primo e unico svolto in Italia in questo ambito.
L’obiettivo è stato quello di formare e selezionare un gruppo integrato di professionisti che operassero presso il Centro privilegiando lo sviluppo delle capacità di trasferimento delle competenze necessarie per l’attività di docenza; restauratori in possesso, quindi, non solo delle competenze di base e specialistiche, ma in grado di trasferire anche la “conoscenza” degli aspetti trasversali e cioè la capacità di comunicazione, collaborazione e cooperazione che sono proprie di una attività altamente professionalizzata per divenire i docenti del corso di laurea. Ma la SAF del Centro di Venaria Reale svolge la sua attività per la formazione anche al di fuori del corso di laurea; progetta e realizza corsi post laurea, di specializzazione, di perfezionamento, ma anche percorsi formativi e attività sperimentali nel campo della conservazione e del restauro delle opere d’arte destinati alle figure degli altri operatori che svolgono incarichi complementari al restauro. In questi ultimi anni, inoltre, in linea con gli obiettivi strategici di sviluppo del Centro, è stata data grande rilevanza alla realizzazione di percorsi di formazione e aggiornamento sulle tecnologie innovative applicate alla diagnostica per la conservazione dei beni culturali, anche attraverso la partecipazione a progetti internazionali, per esportare all’estero un sapere nel quale l’Italia è ancora oggi riconosciuta come luogo di eccellenza.

Anno di fondazione: 2005
Direttore: Michela Palazzo
Corso di studi: 5 anni
(Laurea magistrale a ciclo unico, in convenzione con l’Università degli Studi di
Torino)
Iscritti 2013/2014: 91
Diplomati 2013: 27
Via XX settembre 18, Venaria Reale – Torino
Tel. (+39) 011 4993058
www.centrorestaurovenaria.it

venaria4

Michela Palazzo

Direttore

SAF – Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale

Via XX settembre 18
Venaria Reale (Torino)